800 194 053



Call Center



venerdì 14 dicembre 2018

Come Fare Per...

 
Documentazione necessaria per richiedere un subentro o una riattivazione

Le domande di subentro e riattivazione sono inserite dagli Sportelli dei Servizi Commerciali.
Il cliente può recarsi presso i nostri uffici siti in Via Ettore Moschino 23/B - L’Aquila o inviare una richiesta per lettera o via fax allegando un documento d'identità valido. (0862 402.500).
La richiesta è vincolata all’osservanza Art. 9 delle Norme di fornitura

I dati e la documentazione da fornire sono i seguenti:

  • Nome e codice di servizio del precedente intestatario dell’utenza
  • Dati anagrafici e codice fiscale del richiedente se trattasi di persona fisica
  • Dichiarazione autografa di residenza
  • Dati societari, codice fiscale o partita Iva, copia dello statuto societario o dell’iscrizione alla Camera di Commercio se trattasi di società; nominativo, dati anagrafici e fiscali,residenza dell’Amministratore
  • Recapito fatture
  • Numero di telefono
  • Lettura attuale del contatore e contestuale pagamento della bolletta di chiusura ed eventuali altre morosità (solo per i subentri)
  • Identificativi catastali relativi all'immobile per il quale si avanza richiesta di fornitura idrica (Foglio, Particella, Subalterno)
  • Autorizzazione scritta del proprietario dell’immobile, unitamente ad un documento di identità, se la richiesta è presentata da persona diversa, o copia del contratto di affitto.

Le piccole e medie imprese che avanzano istanza di allaccio devono preventivamente munirsi dell'Autorizzazione allo Scarico

Le spese, rispettivamente di Euro 30,80 per il subentro e di Euro 120,00 per la riattivazione, andranno versate preventivamente o sul c.c.p.117671 intestato a Gran Sasso Acqua S.p.A. oppure tramite pagamento con bancomat/carta di credito direttamente presso i nostri uffici Commerciali.
Negli usi domestici, a seguito di decesso del coniuge titolare del contratto, il subentro al coniuge superstite (dichiarando il diritto reale di abitazione spettante ai sensi dell’art. 540 del Codice Civile) è a titolo gratuito, ed ugualmente il subentro del coniuge separato convenzionalmente o per sentenza nella casa adibita a residenza familiare (art. n.4 delle Norme Contrattuali).
La firma del contratto, contestuale alla consegna delle Norme di Fornitura è personale. In caso di impedimenti verrà accettata la delega in carta semplice dell'intestatario della fornitura corredata dalle copie dei documenti di identità del delegato e del delegante.
Qualora il disbrigo della pratica avvenga per posta o via fax verranno inviate all’utente due copie del contratto. Il cliente ne rispedirà una firmata unitamente ad un documento d’identità valido.