DOMANDE E RISPOSTE

scegli la categoria

DOCUMENTI E BUROCRAZIA
CONSUMI E LETTURE
BOLLETTE
Autolettura

Componi il numero verde 800 178 428,  avendo a portata di mano il codice di fornitura (indicato sulla prima pagina di ogni bolletta) e segui le indicazioni della voce guida.

Dopo aver digitato il codice fornitura e il valore dei consumi, inserisci il tasto cancelletto “#”. Il sistema acquisirà il dato e fornirà le indicazioni conclusive.

Puoi inoltre comunicare l’autolettura:

 - tramite il sito gransassoacqua.it, registrandoti all'area clienti

 - al numero verde 800 194 053 attivo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 16:00

Allaccio Idrico Integrato

Cosa ti serve:

  • Il tuo documento d'identità e il tuo codice fiscale
  • Il titolo di possesso dell'immobile
  • La visura catastale
  • Il titolo edilizio in formato integrale (permesso di costruire, Scia, Cila, etc.)
  • L’autocertificazione di allaccio in fogna esistente o la richiesta di nuovo allaccio al collettore fognario (vedi sezione n.3 - N.B. In questo caso non va effettuato il versamento di euro 55,45)
  • Il pagamento di Euro 50,00 (Euro 45,45 se in regime di split payment) da versare:
    • sul CCP 117671 intestato alla Gran Sasso Acqua S.p.A. Via E. Moschino, 23/B – 67100 L’Aquila;
    • tramite bonifico bancario sul codice IBAN IT50Z 05387 03601 000000069270 (causale: Nuovo allaccio idrico);
    • direttamente presso gli Uffici Commerciali della Gran Sasso Acqua spa, in Via E. Moschino n.23/B - L’Aquila   con bancomat o carta di credito (NO CONTANTI).   

Come effettuare la richiesta di allaccio idrico:

N.B. Se la richiesta è avanzata da Persona Giuridica (partita I.V.A.) è necessario presentare preventivamente istanza di Autorizzazione allo Scarico (A.R.A.D. o A.U.A.);

Allaccio Fognario

Solo per forniture esistenti e non collegate alla rete fognaria oppure per realizzazione di nuovi punti di scarico

Cosa ti serve:

  • Il tuo documento d'identità e il tuo codice fiscale
  • Il pagamento di Euro 55,45 (Euro 45,45 se in regime di split payment) da versare:
    • sul CCP 117671 intestato alla Gran Sasso Acqua S.p.A. Via E. Moschino, 23/B – 67100 L’Aquila;
    • tramite bonifico bancario sul codice IBAN IT50Z 05387 03601 000000069270 (causale: Nuovo allaccio fognario);
    • direttamente presso gli Uffici Commerciali della Gran Sasso Acqua spa, in Via E. Moschino n.23/B - L’Aquila   con bancomat o carta di credito (NO CONTANTI).   
  • Il progetto dell’allaccio fognario redatto e firmato da un tecnico abilitato.

Come effettuare la richiesta di allaccio fognario domestico:

Disdetta

Cosa ti serve:

  • Il codice della fornitura
  • L'indirizzo di recapito della fattura di conto finale
  • Il documento d’identità del/della richiedente
  • Il nominativo e il recapito telefonico della persona da contattare 

Come richiedere la disdetta:

  • Accedi all'Area Clienti (Sportello On line) da gransassoacqua.it, effettua il login e vai su Disdetta
  • Effettua la richiesta direttamente presso gli Uffici Commerciali in Via E. Moschino 23/B - L’Aquila
  • Scarica il modulo (privato, azienda) e invialo, corredato di tutta la documentazione, a info.commerciali@gransassacqua.it
    ;
Voltura

Cosa ti serve:

  • Il documento d'identità e il codice fiscale del nuovo intestatario 
  • Il codice di fornitura da volturare
  • Il titolo di possesso dell'immobile (per le volture relative ad alloggi del Progetto C.A.S.E. il verbale di assegnazione alloggio)
  • La visura catastale 
  • L'autolettura aggiornata
  • Il pagamento di Euro 30,80  (Euro 28,00 se in regime di split payment) da versare:
    • sul CCP 117671 intestato alla Gran Sasso Acqua S.p.A. Via E. Moschino, 23/B – 67100 L’Aquila;
    • tramite bonifico bancario sul codice IBAN IT50Z 05387 03601 000000069270 (causale: Voltura fornitura codice xxxxxxx);
    • direttamente presso gli Uffici Commerciali della Gran Sasso Acqua spa, in Via E. Moschino n.23/B - L’Aquila   con bancomat o carta di credito (NO CONTANTI)

In caso di decesso dell’intestatario di un contratto di fornitura domestico residente a servizio di unica unità immobiliare, può fare richiesta di voltura a titolo gratuito un erede oppure chi è già residente nell’abitazione al momento del decesso dell’intestatario del contratto, compilando l’autocertificazione Mortis Causa

Come inviare la richiesta di voltura:

N.B. Se la richiesta è avanzata da Persona Giuridica (partita I.V.A.) è necessario presentare preventivamente istanza di Autorizzazione allo Scarico (A.R.A.D. o A.U.A.)
 

Riattivazione della fornitura

Cosa ti serve

  • Il documento d'identità e il codice fiscale dell’intestatario
  • Il codice di fornitura
  • Il titolo di possesso dell'immobile
  • Visura dati catastali dell’immobile
  • Il Pagamento di Euro 120,00 (109,09€ se in regime di split payment) da versare:
    • sul CCP 117671 intestato alla Gran Sasso Acqua S.p.A. Via Ettore Moschino, 23/B – 67100 L’Aquila
    • tramite bonifico bancario su codice IBAN: IT50Z 05387 03601 000000069270 (causale: Riattivazione fornitura);
    • direttamente presso gli Uffici Commerciali della Gran Sasso Acqua spa, in Via E. Moschino n.23/B - L’Aquila   con bancomat o carta di credito (NO CONTANTI);

Come richiedere la riattivazione

Spostamento del contatore

Cosa ti serve

Per inviare la richiesta devi già essere intestatario del contratto di fornitura. In caso contrario devi prima effettuare una voltura. Insieme alla richiesta devi indicare:

  • il codice fornitura;
  • il documento d’identità dell’intestatario della fornitura.
  • Il pagamento di Euro 50,00 (45,45€ se in regime di split payment) da effettuarsi:
    • sul CCP 117671 intestato alla Gran Sasso Acqua S.p.A. Via Ettore Moschino, 23/B – 67100 L’Aquila
    • tramite bonifico bancario su codice IBAN: IT50Z 05387 03601 000000069270 (causale: spostamento contatore);
    • direttamente presso gli Uffici Commerciali della Gran Sasso Acqua spa, in Via E. Moschino n.23/B - L’Aquila   con bancomat o carta di credito (NO CONTANTI).

Nel caso in cui l'intestatario dell'utenza non sia anche proprietario dell'immobile, occorre invece presentare il nulla osta del proprietario, con allegata copia di un suo documento di riconoscimento.

Come richiedere lo spostamento del contatore:

Predisposizione Allacci post-sisma

Cosa ti serve:

  • Il documento d'identità e il codice fiscale del richiedente 
  • La planimetria dell’impianto idrico con indicazione dei punti di installo dei contatori
  • La dichiarazione di allaccio in fogna (se ricollegata all’allaccio preesistente al sisma senza alcuna modifica); in alternativa, richiesta di allaccio fognario per realizzazione di nuovi punti di scarico (vd. paragrafo n.3)
  • La visura catastale
  • Il titolo edilizio in formato integrale
  • Il certificato di attribuzione del codice fiscale del Consorzio edilizio/Aggregato
  • La dichiarazione di conformità al progetto

Come inviare la richiesta di Predisposizione Allacci post-sisma:

  • Effettua la richiesta direttamente presso gli Uffici Commerciali in Via E. Moschino 23/B - L’Aquila
  • Scarica il modulo e invialo, corredato di tutta la documentazione, a info.commerciali@gransassacqua.it
    ;
Cambio Residenza

Scarica il modulo e invialo a info.commerciali@gransassacqua.it

oppure effettua la richiesta direttamente presso gli Uffici Commerciali in Via E. Moschino 23/B - L’Aquila

Variazione Componenti Nucleo Familiare

Cosa ti serve

Elenco Attività e documentazione richiesta (per aziende)

Per poter richiedere l’allaccio (riattivazione o voltura) idrico Non Domestico, è necessario prima richiedere l’autorizzazione allo scarico. Il tipo di autorizzazione dipende dall'attività

 

Attività che generano acque reflue assimilate alle acque reflue domestiche. (A.R.A.D) (per aziende)

Per la predisposizione dell’allaccio idrico delle attività definite nell’allegato A del D.P.R. 227/2011

Cosa ti serve

  • Fotocopia del documento di identità del titolare dell'attività e/o dello scarico
  • Planimetria catastale in scala 1:2000 / 1:1000
  • Pianta dell'immobile ove i svolge l'attività con indicazione dei reparti e /o settori che generano lo scarico in scala 1:100/1:50

Allegati per attività specifiche:

  • Per le attività 1 e 2
    • Relazione tecnica descrittiva dell'attività
  • Per le attività 9 e 12
    • Dichiarazione specifiche su consumo idrico
  • Per le attività 13, 15, 16, 17,18, 21
    • Dichiarazione di presenza di area di pertinenza e ampiezza espresse in mq
  • Per le attività 26
    • Dichiarazione di assenza di area macellazione
  • Per le attività 34
    • Dichiarazione di assenza di lavaggi, tintura e finissaggio
  • Per i locali del Progetto C.A.S.E.
    • Va allegato, oltre al documento, solo il verbale assegnazione alloggio o il contratto con il Comune di L’Aquila

Pagamento di Euro 25,00 IVA Compresa

Da effettuarsi:

  • sul CCP 11441672 intestato alla Gran Sasso Acqua S.p.A. Via Ettore Moschino, 23/B 67100 L’Aquila
  • bonifico bancario su codice IBAN: IT25 A076 0103 6000 0001 1441 672
    Causale: diritti di istruttoria

Come inviare la richiesta:

Attività che richiedono l’Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A. DPR 59/2013) (per aziende)

È previsto che la richiesta di autorizzazione allo scarico e il rilascio dell’AUA transitino sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del comune di L’Aquila.

La domanda deve essere trasmessa dalle imprese tramite la piattaforma nazionale

https://impresainungiorno.gov.it

Cosa ti serve

  • Fotocopia del documento di identità del titolare dell'attività e/o dello scarico
  • Relazione tecnica firmata dal Tecnico redigente e dal Legale rappresentante della Ditta che descriva l’attività svolta con:
    • indicazione dei tempi di utilizzazione dell’impianto (ore/giorno e giorni/anno);
    • modalità di scarico (eventuale discontinuità e stagionalità);
    • schema a blocchi relativo al processo produttivo, con indicazione delle fasi che originano gli scarichi idrici ed indicazione dei relativi parametri qualitativi e delle relative portate (comprese acque di raffreddamento, acque di lavaggio, acque di scarico, fanghi);
    • utilizzo idrico nelle lavorazioni svolte;
    • composti utilizzati durante le fasi di produzione/attività;
    • indicazione dei quantitativi e tipologie delle acque riutilizzate all’interno del ciclo produttivo;
    • descrizione dettagliata degli impianti e dei dispositivi di trattamento dei reflui in scarico (principi di funzionamento, dimensionamento, valutazione dell’efficienza e pertinente schema a blocchi);
    • posizione e caratteristiche del pozzetto di ispezione e campionamento.
  • Planimetria catastale in scala 1:2000 / 1:1000;
  • Elaborato grafico in scala opportuna (es. 1:100) contenente:
    1. Pianta dello stabilimento ove avviene l’attività con indicazione delle relative destinazioni d’uso e dei reparti e settori dell’azienda/attività che generano scarichi di acque reflue;
    2. Rete fognaria interna all’azienda/attività evidenziando in modo diverso le diverse tipologie di reticoli fognari delle acque reflue (acque derivanti dalle lavorazioni, acque derivanti dai servizi igienici od altre utilizzazioni assimilabili a domestiche, acque di raffreddamento, acque meteoriche, acque di ricircolo, ecc.), con indicazione del senso di scorrimento delle acque;
    3. Indicazione del punto di approvvigionamento idrico da acquedotto pubblico e/o da altre fonti di approvvigionamento idrico (es. pozzi);
    4. Pozzetti di ispezione sulle varie linee (contraddistinte come al punto b) e pozzetto terminale, prima dell’immissione in pubblica fognatura;
    5. Pozzetti di campionamento per la verifica del rispetto dei limiti di accettabilità in fognatura;
    6. Impianti di pretrattamento ove presenti;
    7. Localizzazione del punto di scarico nella pubblica fognatura ed indicazione del tipo di fognatura in cui si immette lo scarico;

Qualora l’attività e quindi lo scarico non sia attivo al momento dell’istanza di A.U.A., il Certificato di analisi dovrà essere presentato entro tre mesi dalla data di attivazione dello scarico e quindi dell’attività in esame.

Pagamento di Euro 100,00 (99.90€se in regime di split payment) con bonifico bancario su codice IBAN: IT77 A053 8703 6010 0000 0143 323 e Causale: Autorizzazione Unica Ambientale

Durata e rinnovo

L’AUA ha una durata di 15 anni decorrenti dal rilascio.

Il rinnovo deve essere chiesto almeno 6 mesi prima della scadenza.

Come inviare la richiesta di A.U.A.

Compila il seguente modulo e inoltra la domanda a https://impresainungiorno.gov.it con tutta la documentazione richiesta ed inoltre allega anche le seguenti informazioni:

  1. Certificato di analisi dello scarico, completo di giudizio di conformità per lo scarico in rete fognaria;
  2. Dichiarazione del Titolare dell’attività/Titolare dello scarico dalla quale si possa evincere se, alla data dell’istanza di A.U.A. lo scarico dell’Attività è attivo o meno
A.U.A. Rinnovo (per aziende)

Il rinnovo deve essere chiesto almeno 6 mesi prima della scadenza.

È previsto che la richiesta di autorizzazione allo scarico e il rilascio dell’AUA transitino sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del comune di L’Aquila.

La domanda deve essere trasmessa dalle imprese tramite la piattaforma nazionale

https://impresainungiorno.gov.it

Cosa ti serve

N.B. Per la documentazione elencata ai punti 1), 2) e 3), ai sensi dell’art.5 del DPR 59/2013, è possibile far riferimento a quella acquisita in occasione del rilascio del precedente Atto Autorizzativo.

  1. Fotocopia del documento di identità del titolare dell'attività e/o dello scarico
  2. Relazione tecnica firmata dal Tecnico redigente e dal Legale rappresentante della Ditta che descriva l’attività svolta con:
    1. indicazione dei tempi di utilizzazione dell’impianto (ore/giorno e giorni/anno);
    2. modalità di scarico (eventuale discontinuità e stagionalità);
    3. schema a blocchi relativo al processo produttivo, con indicazione delle fasi che originano gli scarichi idrici ed indicazione dei relativi parametri qualitativi e delle relative portate (comprese acque di raffreddamento, acque di lavaggio, acque di scarico, fanghi);
    4. utilizzo idrico nelle lavorazioni svolte;
    5. composti utilizzati durante le fasi di produzione/attività;
    6. indicazione dei quantitativi e tipologie delle acque riutilizzate all’interno del ciclo produttivo;
    7. descrizione dettagliata degli impianti e dei dispositivi di trattamento dei reflui in scarico (principi di funzionamento, dimensionamento, valutazione dell’efficienza e pertinente schema a blocchi);
    8. posizione e caratteristiche del pozzetto di ispezione e campionamento.
  3. Planimetria catastale in scala 1:2000 / 1:1000;
  4. Elaborato graficoin scala opportuna (es. 1:100) contenente:
    1. Pianta dello stabilimento ove avviene l’attività con indicazione delle relative destinazioni d’uso e dei reparti e settori dell’azienda/attività che generano scarichi di acque reflue;
    2. Rete fognaria interna all’azienda/attività evidenziando in modo diverso le diverse tipologie di reticoli fognari delle acque reflue (acque derivanti dalle lavorazioni, acque derivanti dai servizi igienici od altre utilizzazioni assimilabili a domestiche, acque di raffreddamento, acque meteoriche, acque di ricircolo, ecc.), con indicazione del senso di scorrimento delle acque;
    3. Indicazione del punto di approvvigionamento idrico da acquedotto pubblico e/o da altre fonti di approvvigionamento idrico (es. pozzi);
    4. Pozzetti di ispezione sulle varie linee (contraddistinte come al punto b) e pozzetto terminale, prima dell’immissione in pubblica fognatura;
    5. Pozzetti di campionamento per la verifica del rispetto dei limiti di accettabilità in fognatura;
    6. Impianti di pretrattamento ove presenti;
    7. Localizzazione del punto di scarico nella pubblica fognatura ed indicazione del tipo di fognatura in cui si immette lo scarico;
  5. Certificato di analisi dello scarico, completo di giudizio di conformità per lo scarico in rete fognaria;
    1. Qualora l’attività e quindi lo scarico non sia attivo al momento dell’istanza di A.U.A., il Certificato di analisi dovrà essere presentato entro tre mesi dalla data di attivazione dello scarico e quindi dell’attività in esame.

Pagamento di Euro 100,00 (IVA Compresa) con bonifico bancario su codice IBAN: IT77 A053 8703 6010 0000 0143 323 Causale: Rinnovo Autorizzazione Unica Ambientale

Durata e rinnovo

L’AUA ha una durata di 15 anni decorrenti dal rilascio.

Come inviare la richiesta di A.U.A.

Compila il seguente modulo e inoltra la domanda a https://impresainungiorno.gov.it con tutta la documentazione richiesta

A.U.A. Voltura (per aziende)

È previsto che la richiesta di autorizzazione allo scarico e il rilascio dell’AUA transitino sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del comune di L’Aquila.

La domanda deve essere trasmessa dalle imprese tramite la piattaforma nazionale

https://impresainungiorno.gov.it

Cosa ti serve

  1. Fotocopia del documento di identità del titolare dell'attività e/o dello scarico
  2. Copia della precedente autorizzazione allo scarico di cui si chiede la voltura;

Pagamento di Euro 25,00 (IVA Compresa) con bonifico bancario su codice IBAN: IT77 A053 8703 6010 0000 0143 323 Causale: Voltura Autorizzazione Unica Ambientale xxxxxxx

Durata e rinnovo

L’AUA ha una durata di 15 anni decorrenti dal rilascio.

Come inviare la richiesta di voltura di A.U.A.

Compila il seguente modulo e inoltra la domanda a https://impresainungiorno.gov.it con tutta la documentazione richiesta

La guida alla bolletta

Questa guida ti consente di comprendere in maniera facile e veloce quali sono le voci che compongono la tua bolletta. In questo modo potrai essere sempre aggiornato e tenere sotto controllo tutti i dettagli della tua fornitura.

La bolletta dell’acqua

È il documento emesso dal gestore del servizio idrico integrato nel quale trovi l’evidenza del servizio erogato e i tuoi consumi, con indicazione del costo da sostenere in base alle tariffe vigenti.
Include quote fisse e variabili, l’importo complessivo da pagare ed il dettaglio delle singole voci di costo. Essendo una fattura, quando ti troverai a leggere la bolletta dell’acqua avrai sempre indicate anche le modalità e i termini di pagamento.

Prima pagina

Nella prima pagina, riportata nell’immagine di seguito, ci sono punti essenziali della bolletta.

bolletta

 

 

 

 

 

 

1. Codice Fornitura: codice univoco che identifica la fornitura relativa alla bolletta. È il codice da utilizzare per le varie comunicazioni (Autolettura, Guasto, ecc.)

2. Intestatario del contratto: qui trovi i dati dell'intestatario/a della fornitura

3. Bolletta Servizio Idrico Integrato: qui trovi il numero della fattura, la data di emissione, il ciclo di fatturazione (bimestrale, quadrimestrale, semestrale) ed il tipo (acconto, consuntivo + acconto).

4. Dati della fornitura: qui trovi l'indirizzo di ubicazione del contatore, il tipo di uso (Residenti, NON residenti, agricola, ecc.), lo stato di accessibilità del contatore da parte del personale GSA per le letture, il consumo annuo, che è la base su cui vengono calcolati i consumi stimati in bolletta. In caso di Tariffa Residenti, è riportato il numero dei componenti familiari che, se non diversamente comunicato, è fissato a 3 per le unità immobiliari fornite da contatore.

5. Riepilogo Consumi: è riportata la matricola del contatore, le date delle letture ed il tipo (Autolettura, Lettura rilevata da GSA, stimata). È fornito il dato relativo al consumo totale (stimato/effettivo)

6. Importo e scadenza:  importo della Fattura e data di scadenza

7. Riepilogo Importi: è riportato il macro dettaglio degli importi da corrispondete al gestore del Servizio Idrico Integrato.

8. Situazione Pagamenti: è riportato lo stato dei pagamenti delle bollette precedenti

9. Informativa agli utenti: nello spazio Informativa sono riportate eventuali comunicazioni istituzionali dell’Autorità per l’Energia Elettrica, Gas e Servizio Idrico Integrato (AEEGSII). È inoltre indicato il periodo in cui comunicare la prossima autolettura, utile per la fatturazione successiva.

10. Numeri Verdi: contatti utili per le differenti necessità – guasti, autolettura, informazioni (call center)

 

Nelle pagine successive sono elencati i dettagli delle voci della bolletta.

Tariffe 2022
Tariffe 2023